Istanze per fruire dell’incentivo Occupazione SUD: anomalie in sede di verifica




Relativamente all’Incentivo Occupazione SUD, le istanze presentate dai datori di lavoro privati e già elaborate dall’Inps, sono state riscontrate alcune anomalie in sede di verifica delle informazioni concernenti lo stato di disoccupazione.

L’ANPAL e l’INPS provvederanno a riesaminare le istanze rigettate, la cui istruttoria, pertanto non deve ritenersi ancora definitiva.
Fino al completamento di tali operazioni di riesame, l’Inps non procederà all’elaborazione di ulteriori richieste.
Come risaputo, l’incentivo è riconosciuto ai datori di lavoro privati che, senza esservi tenuti, assumono, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, persone disoccupate ovvero soggetti privi di impiego che abbiano dichiarato, in forma telematica, al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro, la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il Centro per l’impiego.
I suddetti soggetti devono essere, alternativamente: giovani di età compresa tra i 16 anni e 24 anni, intesi come 24 anni e 364 giorni; lavoratori con almeno 25 anni, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, intendendo per tali coloro che, nel predetto periodo, non hanno prestato attività lavorativa riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato della durata di almeno 6 mesi ovvero non hanno svolto attività lavorativa in forma autonoma o parasubordinata dalla quale derivi un reddito pari o superiore al reddito annuale minimo personale escluso da imposizione: rispettivamente, 4.800 e 8.000 euro.
Gli stessi soggetti non devono aver avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato negli ultimi 6 mesi con lo stesso datore di lavoro che assume, con una società controllata o collegata o comunque facente capo, anche per interposta persona, allo stesso soggetto, fatta salva chiaramente l’ipotesi di trasformazione dei rapporti a termine in tempo indeterminato.
Dal 15 marzo 2017, i datori di lavoro interessati devono inoltrare un’istanza telematica di ammissione all’Inps in via telematica, avvalendosi del modulo di istanza on-line “B.SUD”, disponibile, all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sul sito internet “www.inps.it”, indicando: il lavoratore nei cui confronti è intervenuta o potrebbe intervenire l’assunzione, ovvero la trasformazione a tempo indeterminato di un precedente rapporto a termine; la regione e la provincia di esecuzione della prestazione lavorativa; l’importo della retribuzione mensile media prevista o effettiva; l’aliquota contributiva datoriale.





Link all’articolo originale

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti utili per la tua attività

Condividi questo articolo

Ti potrebbe anche interessare...

Engineer And Apprentice Discussing Job Sheet In Factory
Circolare di Studio

Fondo Nuove Competenze, al via la seconda edizione

Fondo Nuove Competenze, Al Via La Seconda Edizione FNC, le novità Istituito presso l’Anpal dall’articolo 88 del “Decreto Rilancio”, il Fondo Nuove Competenze è un Fondo pubblico finalizzato a sostenere

Vuoi approfondire l'argomento ?

scrivici o telefonaci se vuoi maggiori informazioni

Red telephone on wooden table with notepad