Sottoscritto l’accordo di rinnovo del CCNL per i dirigenti delle imprese assicuratrici





Pubblicato l’accordo di rinnovo del CCNL dei Dirigenti delle Imprese Assicuratrici rappresentate dall’Ania


Il nuovo CCNL decorre dal 2 luglio 2018 e scadrà il 30 giugno 2022, e queste sono le novità principali


Trattamento economico minimo complessivo
Passa da € 64.000 a € 70.000.






Importo Annuo

1/14°

70.000 5.000,00


Restano naturalmente salvi tutti i diritti acquisiti nonché le eventuali condizioni di maggior favore stabilite in sede aziendale.


 


Qualifica del Dirigente
In coerenza con l’evoluzione organizzativa intervenuta in diverse imprese è stata superata la precedente articolazione contrattuale con l’unificazione dei due gradi gerarchici e contestuale soppressione delle tabelle economiche recanti gli scatti di anzianità.


 


Ferie non godute
E’ stato ribadito che le ferie vanno fruite e non monetizzate. In questo ambito, al momento della risoluzione del rapporto di lavoro il Dirigente non avrà perciò diritto ad indennità sostitutiva delle ferie non godute relative ad anni precedenti a meno che non provi che tale mancato godimento sia riconducibile ad obiettive e comprovate necessità aziendali (al netto dei periodi di malattia)


Invalidità permanente da Infortunio e/o Malattia
E’ stata apportata una serie di modifiche ed integrazioni volte a rendere più chiaro ed esigibile il ristoro del danno da IP per infortuni o malattia(diritti degli eredi e definizione univoca di invalidità).


 


Servizi di Welfare
E’ prevista la messa a disposizione per ciascun Dirigente di un importo annuo di € 800 per la fruizione di servizi di Welfare (quali palestra, piscina, attività ricreative, socioculturali, etc) avvalendosi delle disposizioni di legge in materia. Su iniziativa dell’impresa ed in alternativa alla suddetta misura, tale importo potrà essere utilizzato per l’introduzione di un buono pasto giornaliero


Assistenza sanitaria
I plafond sono stati mediamente aumentati del 4,80% ed è stata confermata la sospensione dell’erogazione delle prestazioni nel caso in cui venga prestata attività lavorativa presso altra Compagnia con estensione anche alle attività di consulenza.


Controversie individuali di lavoro
In linea con quanto previsto dall’art. 412 ter c.p.c., sono state ridefinite le modalità da seguirsi per poter esperire il tentativo di conciliazione in sede sindacale.





Link all’articolo originale

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti utili per la tua attività

Condividi questo articolo

Ti potrebbe anche interessare...

Vuoi approfondire l'argomento ?

scrivici o telefonaci se vuoi maggiori informazioni

Red telephone on wooden table with notepad