Conversione DL n. 4/2019: emendamenti incentivi alle imprese




Il Senato, in data 27 febbraio, ha approvato, in prima lettura, il ddl di conversione del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4. Il provvedimento è al momento al vaglio della Camera. Tra gli emendamenti approvati in Senato anche quelli riguardanti gli incentivi per l’impresa che assume a tempo pieno e indeterminato soggetti beneficiari di Rdc.


Al datore di lavoro che comunica alla piattaforma digitale dedicata al Rdc nell’ambito del SIUPL le disponibilità dei posti vacanti, e che su tali posti assuma a tempo pieno e indeterminato soggetti beneficiari di Rdc, anche attraverso l’attività svolta da un soggetto accreditato, è riconosciuto, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni previdenziali, l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite dell’importo mensile del Rdc percepito dal lavoratore all’atto dell’assunzione, per un periodo pari alla differenza tra 18 mensilità e quello già goduto dal beneficiario stesso e, comunque, non superiore a 780 euro mensili e non inferiore a cinque mensilità.
In caso di rinnovo, l’esonero è concesso nella misura fissa di 5 mensilità. L’importo massimo di beneficio mensile non può comunque eccedere l’ammontare totale dei contributi previdenziali e assistenziali a carico del datore di lavoro e del lavoratore assunto per le mensilità incentivate, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL.
Nel caso di licenziamento del beneficiario di Rdc, il datore di lavoro è tenuto alla restituzione dell’incentivo fruito maggiorato delle sanzioni civili, salvo che il licenziamento avvenga per giusta causa o per giustificato motivo.
L’emendamento approvato in Senato propone di limitare la fattispecie ai casi in cui il licenziamento sia effettuato nei trentasei mesi successivi all’assunzione.
Il datore di lavoro, contestualmente all’assunzione del beneficiario di Rdc stipula, presso il centro per l’impiego, ove necessario, un patto di formazione, con il quale garantisce al beneficiario un percorso formativo o di riqualificazione professionale. Laddove tale possibilità sia prevista da leggi regionali, anche gli enti di formazione accreditati possono stipulare, presso i centri per l’impiego e presso i soggetti accreditati, un Patto di formazione con il quale garantiscono al beneficiario un percorso formativo o di riqualificazione professionale, anche mediante il coinvolgimento di Università ed enti pubblici di ricerca. L’emendamento approvato in data 27 febbraio dal Senato prevede che, previa intesa sancita in sede di Conferenza unificata Stato-regioni-province autonome-città ed autonomie locali, il Patto di formazione possa essere stipulato anche dai fondi paritetici interprofessionali nazionali per la formazione continua, mediante specifici avvisi pubblici.
Il comma 5 dell’articolo 8, subordina la fruizione degli incentivi menzionati al possesso, da parte dei datori di lavoro, del DURC. L’emendamento propone di prevedere l’esclusione dagli incentivi in esame per i datori di lavoro che non siano in regola con gli obblighi di assunzione relativi alle categorie protette di cui all’articolo 3 della L. 12 marzo 1999, n. 68, e successive modificazioni, fatta salva l’ipotesi in cui l’incentivo medesimo sia inerente ad un’assunzione di un soggetto (naturalmente beneficiario del Reddito di cittadinanza) iscritto nelle liste di cui alla citata L. n. 68.
 






Link all’articolo originale

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti utili per la tua attività

Condividi questo articolo

Ti potrebbe anche interessare...

News Fisco

Bonus colonnine domestiche. Contributi 2024

È stato pubblicato un decreto direttoriale che stabilisce le disposizioni procedurali per la concessione e l’erogazione di contributi per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di

Read More »

Vuoi approfondire l'argomento ?

scrivici o telefonaci se vuoi maggiori informazioni

Red telephone on wooden table with notepad