Rinnovato in Calabria il contratto per gli impiegati agricoli





Firmato il 5/2/2019, tra CONFAGRICOLTURA, COLDIRETTI, CIA Calabria e CONFEDERDIA, UILA-UIL, FAI-CISL, FLAI-CGIL Regionale, il Contratto Territoriale per i Quadri e gli Impiegati Agricoli della Calabria.


Decorrenza
Il presente Contratto integrativo regionale decorre dall’1/1/2018 e scadrà il 31/12/2021.


Banca ore
Ai lavoratori che effettuano prestazioni di lavoro straordinario è consentito di optare per il recepimento delle sole maggiorazioni previste maturando correlativamente il diritto a riposi compensativi equivalenti al costo delle prestazioni effettuate. Il lavoratore formalizza per iscritto all’azienda la propria volontà di conferire alla banca delle ore il proprio straordinario, detta volontà si considera persistere fino a successiva revoca. I riposi maturati saranno utilizzati, compatibilmente con le esigenze organizzative dell’azienda e del mercato, entro i termini, nelle quote e con le modalità che saranno concordate tra l’azienda e le Rsa/Rsu se presenti; in assenza di queste saranno comunicate alla OO.SS. firmatarie del presente contratto. Le ore di maggior lavoro prestate saranno accantonate in un contatore mensile e fruite nei periodi di minor lavoro, con programmazione concordata.
Qualora si renda impossibile il godimento dei riposi entro il termine di 12 mesi questi dovranno essere pagati. L’effettuazione di prestazioni in regime di flessibilità sarà ammessa per un monte ore stabilito nel rispetto dei limiti di legge di cui al D.Lgs. 66/2003 In banca delle ore potranno essere accantonato un massimo di 180 ore annue. Nei giorni festivi sarà applicata comunque la maggiorazione prevista dalla vigente contrattazione collettiva. Sarà data evidenza al lavoratore ed alla lavoratrice del saldo del contatore della flessibilità mediante indicazione nel cedolino paga. L’accordo sulla flessibilità o banca delle ore dovrà essere preventivamente concordato con le Rsa/Rsu se presenti, in assenza di queste saranno comunicate alla OO.SS. firmatarie del presente contratto.


Rapporti di lavoro a tempo parziale
Fermo restante quanto previsto dall’art. 11 del CCNL vigente in materia, in imprese con più di 5 impiegati è consentita una riduzione di orario di lavoro non inferiore al 50% per una durata complessiva massima di 6 mesi compatibilmente con le esigenze aziendali.


Tutela della Maternità
Al fine di tutelare la maternità, il datore di lavoro, per come normato dall’art. 36 punto c) del CCNL vigente in materia, è tenuto ad integrare l’indennità riconosciuta dall’INPS nel periodo di astensione obbligatoria fino al raggiungimento del 100% della retribuzione netta alla quale la lavoratrice avrebbe avuto diritto in caso di normale prestazione lavorativa. Le parti si rifanno integralmente alle norme vigenti in materia di congedi parentali.


Violenza di genere e pari opportunità
In linea con la Convezione di Istanbul e la legge n. 119/2013 al fine di garantire la maggior protezione possibile per tutti coloro che, uomini o donne, sono vittime di violenza di genere, se debitamente certificato e denunciato agli organi competenti e che, presentino idonea documentazione, sarà concessa la conservazione del posto di lavoro per un arco temporale di 6 mesi, e se richiesti ulteriori 6 mesi. L’interessato è tenuto a comunicare preventivamente all’azienda l’evento che dà titolo alla conservazione del posto di lavoro e l’Azienda si impegna a garantire la segretezza della comunicazione.


Retribuzione
Con decorrenza dall’1/1/2019 è riconosciuto un aumento retributivo pari al 2,10%






































Categoria

Stipendio Naz.le e Reg.le


Conglobato al 31/12/2018

Aumento Reg.le


dall’1/1/2019 2,1 %

Totale lordo

Quadro 2.009,77 42,20 2.051,98
1 1.922,64 40,38 1.963,02
2 1.745,71 36,66 1.782,37
3 1.574,59 33,07 1.607,66
4 1.436,74 30,17 1.466,91
5 1.332,32 27,98 1.360,29
6 1.255,54 26,37 1.281,91


 


Premio di continuità di servizio
A decorrere dal 25° anno di servizio prestato presso la medesima azienda dall’impiegato è facoltà dell’azienda di prevedere un premio per la continuità di servizio che sarà stabilito in base alle esigenze aziendali e discusso con le RSA/RSU, se presenti, in assenza di queste saranno comunicate alla OO.SS. firmatarie del presente contratto.


Mezzi di Trasporto – Rimborso chilometrico
Per le aziende agricole l’erogazione dell’indennità chilometrica è demandata a livello aziendale.


Sicurezza sul Lavoro e Tutela della Salute
Ai RLS/RLST saranno concessi massimo 10 ore di ulteriori permessi a quelli già stabiliti dalle norme in vigore in materia non retributivi annui per la partecipazione alle attività formative aziendali e o sindacali in materia di sicurezza sul lavoro.
Qualora l’azienda designi un proprio dipendente quale Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), il datore di lavoro è tenuto ad assicurare il dipendente, con onere a proprio carico, contro i rischi di responsabilità civile verso terzi, conseguenti a colpa nello svolgimento delle mansioni dallo stesso dipendente espletate.
A decorrere dall’1/1/2019, al dipendente viene riconosciuta, attraverso apposita polizza assicurativa, con premio a carico del datore di lavoro e con un limite massimo di € 60,00 annui, la copertura delle spese legali sostenute in caso di procedimenti penali relativi a fatti direttamente connessi con l’esercizio delle funzioni attribuite, non dipendenti da colpa grave o dolo.


Indennità
1. Al Responsabile per l’apertura e chiusura dell’azienda ai fini del normale funzionamento della stessa, è riconosciuta una indennità mensile nella misura di € 45,00 (quarantacinque).
2. Agli impiegati cui è affidata la mansione di cassiere con responsabilità del movimento di cassa e relativo rischio, è riconosciuta una indennità mensile nella misura di € 50,00 (cinquanta).
Le indennità saranno corrisposte per 12 mensilità, salvo casi di assenza per periodi superiore a 15 giorni nell’arco del mese. Esse non fanno parte, a tutti gli effetti, della retribuzione.


Contributo di Assistenza Contrattuale Regionale
I datori di lavoro e gli impiegati agricoli, a titolo di assistenza contrattuale sono tenuti a versare a favore delle rispettive Organizzazione (Regionali) stipulanti il presente contratto, un contributo annuo. La misura di tale contributo è stabilita in 0,30 a carico del datore di lavoro e 0,30 a carico del dipendente.


Quota sindacale per delega


Le OO.SS. dei lavoratori firmatarie del presente contratto hanno titolo a percepire tramite ritenuta sulla retribuzione i contributi sindacali che i lavoratori intendono versare mediante apposita delega sindacale. Tale somme devono essere versate mensilmente alle OO.SS. di appartenenza del lavoratore, sull’apposito c/c bancario per come specificato dalla delega sindacale.
Contestualmente, all’effettuazione dei versamenti va comunicato alle rispettive OO.SS. l’elenco dei lavoratori a cui è stata operata la trattenuta sindacale.





Link all’articolo originale

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti utili per la tua attività

Condividi questo articolo

Ti potrebbe anche interessare...

Vuoi approfondire l'argomento ?

scrivici o telefonaci se vuoi maggiori informazioni

Red telephone on wooden table with notepad