La proroga delle concessioni balneari nella regione siciliana è illegittima per violazione della direttiva bolkestein

La Corte costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale delle norme regionali siciliane che prevedevano la proroga delle concessioni demaniali marittime a scopo turistico-ricreativo fino al 30 aprile 2023. Il Governo ha sollevato la questione, sottolineando che tali norme violavano le disposizioni dell’Unione Europea che impongono la gara per le concessioni demaniali in scadenza anziché proroghe automatiche. La Corte ha accolto le argomentazioni del Governo, sottolineando che le norme siciliane perpetuavano il sistema delle proroghe automatiche, in contrasto con le normative europee. La Corte ha precisato che il differimento dei termini per la presentazione delle domande di proroga incide sul regime di durata dei rapporti in corso, creando una barriera in entrata per nuovi operatori economici.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi aggiornamenti utili per la tua attività

Condividi questo articolo

Ti potrebbe anche interessare...

Vuoi approfondire l'argomento ?

scrivici o telefonaci se vuoi maggiori informazioni

Red telephone on wooden table with notepad